L’idea è semplice quanto funzionale:

  1. hai il tuo file 3d
  2. vai su http://www.3dhubs.com
  3. trovi un utente con una stampante 3d dalle tue parti
  4. il file arriva allo stampatore
  5. vai a prendere l’oggettino nato dal tuo progetto.

Alla piattaforma può iscriversi chiunque abbia una stampante 3d e chiunque voglia stampare.
La prima domanda che ho fatto ad uno dei fondatori è stata:

ma se mando il file 3d poi lo stampatore può tenerselo e fare infinite copie del mio oggetto?

Fortunatamente la risposta è  no:

Can I print a client’s file multiple times? We do not allow printer owners to 3D print copies of customer products unless these have been requested by the customer. However, if the file is publicly available on the internet and it does not have copyright limitations, you can print it as many times as you want. Sites like Thingiverse are a great resource to find 3D print designs, but it’s always a good idea to check the license details.

Quindi sbizzarritevi se avete un sogno nel cassetto (progettato con autocad, maya, ecc).

Parrebbe che i nostri prodi stiano contrattando una santa alleanza con http://www.maketank.it
Quindi, qualora non ci aveste già pensato, il business model è bello che servito.

Se siete uno dei seguenti profili:

  • modellatore 3d
  • designer
  • scultore*

Potrete aprire uno store su maketank, stampare con 3dhub e far arrivare ai vostri clienti prodotti imperdibili come:

  • uno spremiagrumi che farà alzare il sopracciglio a Philip Stark
  • l’action figure di Robocop che cavalca un pony
  • l’indispensabile bustino di Lino Toffolo

Senza dover avviare una produzione industriale (per fortuna).

(*) per gli amici scultori in ascolto: sto cercando una soluzione per fare le scansioni 3d, appena scopro qualcosa di interessante aggiorno l’articolo.

Trovato!!! Strappate il Kinect alle vostre sessioni di Zumba e scaricatevi questo kscan3d.com
Share This